mercoledì 5 novembre 2014

Prevenire e curare i disturbi del Perineo con gli esercizi psicofisici emozionali Bioenergetici

Movimento psicofisico del bacino e della zona sacrolombare
La vita di relazioni sociali, di coppia e familiari può essere alterata per disturbi del perineo che nelle donne possono provocare incontinenza urinaria, vaginismo, dolorosi rapporti sessuali, disturbi intestinali, ernia inguinale e stress della zona lombo-sacrale, fino a produrre depressione o mancanza di interesse per se stessa e gli altri. Le fasi di mutamento biopsichico della pubertà, fertilità, gravidanza, puerperio e menopausa costituiscono le fondamenta dell’armonia della personalità, queste sono le tappe in cui le difficoltà anatomofunzionali del perineo possono compromettere l’equilibrio psicofisico femminile. Un’oculata prevenzione e cura del problema, statisticamente, si è rivelata efficace con gli esercizi psicofisici della Bioenergetica riguardanti la globalità della persona, per dare forza alla muscolatura del pavimento pelvico, conoscenza delle sensazioni, flessibilità e robustezza della colonna vertebrale, delle gambe e dei piedi fino alle dita. La formulazione dialettica tra mente-corpo-processi energetici porta verso l’unità organica in cui la salute fisica-mentale-emozionale e sessuale viene considerata nella sua interezza.
La Bioenergetica si occupa dei livelli energetici del sentire e del pensare dando vitalità al corpo e alla mente liberandoli dai blocchi psichici e muscolari, nonché dalle relative rigidità quali espressioni di conflitti irrisolti. La necessità di alleggerire le tensioni che impediscono il flusso energetico e della circolazione sanguigna si pone l’obiettivo di far riacquistare pieno benessere organico ed emotivo con capacità di contenimento del perineo che è un muscolo del bacino in cui il suo stretto inferiore è chiuso in basso da un diaframma muscolo-membranoso, attraversato posteriormente dall’ultima porzione dell’intestino, anteriormente dalle vie genitourinarie.
Il perineo per trovarsi in piena salute a ogni età richiede un intervento psicofisico-muscolo-emozionale che riguardi la totalità del Sé corporeo.  Per queste ragioni è stata messa in luce la connessione organica tra colonna vertebrale, occhi, bocca, cuore e genitali perché il movimento del bacino parte dalla flessibilità lombo-sacrale, dalla forza degli avampiedi e delle gambe. La contrazione del respiro, ginocchia, caviglie e dita dei piedi limitano la zona pelvica riducendo il flusso della circolazione sanguigna. Le stasi di energia annidate tra il tronco e le gambe a loro volta indeboliscono gli arti inferiori producendo patologie alle ginocchia, caviglie e dita dei piedi. La constatazione dell’interdipendenza tra l’alto e il basso e le origini dei blocchi della corrente continua ha fatto mettere a punto gli esercizi psicofisici che partono dal volto per proseguire attraverso tutti i segmenti corporei fino alle estremità. Gli esercizi di Bioenergetica si possono eseguire in gruppo, in coppia e in sedute individuali, l’approccio psicofisico è valido poiché prende in considerazione la totalità dell’essere. Partendo dalla sintomatologia del perineo, lavorando sull’inconscio e coinvolgendo tutto il corpo si elimina il disturbo, si riduce il malessere generale, si migliora il contatto con le proprie emozioni, si conferisce autostima e armonia interiore e in tutto ciò che è intorno a se.