mercoledì 5 novembre 2014

Bioenergetica per genitori e adolescenti iperattivi e disattenti

Armonia interiore per l’equilibrio individuale familiare e sociale
Gli adolescenti iperattivi e disattenti, segnalati dalle scuole media superiori, sono circa 300.000. Questo deficit viene sovente trascurato, senza considerare le future gravi ripercussioni individuali e sociali che si manifesteranno in conflitti familiari, scolastici e durante la vita adulta nelle relazioni e nel lavoro.
Sia i genitori che gli insegnanti dovrebbero essere informati che il sintomo si manifesta con comportamenti di bullismo, vittimismo, tossicodipendenze, alcolismo, depressioni e talvolta patologie molto più gravi. Una precoce diagnosi è fondamentale non solo per la serenità dell’adolescente stesso e della sua crescita, ma anche per l’equilibrio familiare, scolastico e collettivo. Questi casi bisogna affrontarli con una terapia multimediale che è una saggia interazione tra interventi medici, scolastici e psicoterapeutici sull’adolescente, genitori e insegnanti. Il corpo docente dovrebbe essere supportato da corsi informativi e formativi per individuare, segnalare il disagio e potersi appropriare di adeguate emozioni nell’interagire con il disagio emozionale. Poiché ogni problema dei figli nasce dalla comunicazione familiare, si rendono necessari progetti di prevenzione proposti dalle scuole, con coinvolgimento genitoriale. I programmi sono utili perché ciò che non è stato curato nell’infanzia si può recuperare anche nell’adolescenza. Il sostegno agli insegnanti e alla genitorialità è la valorizzazione della scuola e della famiglia; entrambi “beni sociali” all’interno dei quali tutti i componenti, se aiutati, possono utilizzare le migliori risorse a favore delle società. La psicoterapia Bioenergetica, negli anni, si è rivelata scientificamente valida, poiché opera sull’informazione e il sostegno comportamentale scolastico, genitoriale e individuale e agisce in modo funzionale sull’unità organica della salute fisica-mentale-emozionale; promuove la respirazione profonda e il libero flusso energetico attraverso movimenti psicofisici accompagnati da espressioni vocali. Le tensioni corporee, mobilitate da stress, vengono scaricate, il fisico si ricarica di energie vitali, si appropria della capacità di contenere le forti sensazioni stimolate da conflitti misconosciuti. L’attenzione alla postura, alla vista, ai piedi, al radicamento nell’auto percezione sensoriale, nella realtà interiore ed esteriore induce ad avvertire i giusti confini nell’interazione con il mondo spaziotemporale e sociorelazionale. Fisiologicamente liberati dall’antica rabbia morta, dalle emozioni negate e sepolte, l’energia scorre frizzante, conferendo calma e serenità nell’adolescente, nei genitori e negli insegnanti. Le tecniche Bioenergetiche attive e passive, le verbalizzazioni di vissuti profondi individuali e di gruppo, espressive della rabbia e del dolore, fanno espellere il diabolico negativo per purificare e sciogliere le stasi di energia. Il corpo e la mente divengono forti e flessibili, vibranti di salute dinamica, capaci di tramutare la rabbia e le frustrazioni in creatività positiva. Il recupero della comunicazione piena di gioia di vivere è un valido stimolo per scegliere istintivamente comportamenti sereni e proficui per l’amore di se e degli altri. Ognuno, sentendosi libero dalle costrizioni interne, consapevole delle proprie emozioni avverte il corpo sano e pronto a dare e ricevere sostegno con partecipazione empatica capace di amare veramente.