mercoledì 11 maggio 2016

BIOENERGETICA: LA VERITA’ ALLO SPECCHIO ACCENDE IL FUOCO DELLA CONSAPEVOLE SALUTE.


Quando le persone ci fanno arrabbiare o ci sono antipatiche, o le svalutiamo, possiamo accorgerci che stiamo guardando allo specchio quei difetti che non vogliamo accettare, quella parte di noi che C. G. Jung definisce: “archetipo dell’Ombra”. Ogni negazione della realtà interiore ed esteriore si trasforma in sintomo organico, o psicologico, insuccessi e delusioni nell’amore e nel lavoro. Se inconsciamente ci maltrattiamo e non ci amiamo, diventiamo calamite di maltrattamenti e di non amore. Ogni personale qualità rifiutata in noi ci ritornerà come giudizi e pregiudizi dagli altri. Le persone che riteniamo antipatiche o che ci irritano possono: 
1) rievocare atteggiamenti offensivi o dolorosi ricevuti dai genitori, fratelli, insegnanti o amici. 
2) provocare invidia perché posseggo doti capacità che non abbiamo o che pur avendole non abbiamo la forza o il coraggio per realizzarle. 
3) far sentire indignazione e pregiudizi morali perché rischiano e osano piaceri della cita che desideriamo ma li neghiamo e congeliamo alla nostra coscienza. 
4) farci sperare di portare la persona al nostro livello svalutandola e criticandola. 

Ogni emozione negativa verso le persone è lo specchio che richiama l’attenzione su quelle verità interiori rifiutate. Se vogliamo migliorare la nostra vita attraverso ogni denigrazione allo specchio possiamo divenire consapevoli dei nostri limiti per migliorarli o accettarli amandoli. Evitando di cogliere il nesso tra la svalutazione altrui e la personale verità interiore vogliamo vivere nelle illusioni e nell’ideale dell’io, pagando un prezzo elevatissimo per tutta la vita, con continue insoddisfazioni, delusioni e sintomi organici o psicologici. E’ importante sapere che amiamo negli altri ciò che amiamo in noi e odiamo ciò che non accettiamo in noi. Tutti siamo registi, attori e produttori della nostra vita divenendo vittime di se stessi o protagonisti felici. Tutti abbiamo avuto traumi infantili, sofferenze, delusioni, ma tutti se vogliamo possiamo liberarcene attraverso l’analisi dei sogni e con gli esercizi psicofisici bioenergetici possiamo abbracciare una vita ricca di gioia di vivere. Gli atteggiamenti negativi ereditati o mantenuti a lungo sono strutturati nel corpo e assorbono energia vitale, si manifestano con dolori ossei, respiro bloccato, ansia, depressione, insuccessi scolastici, sentimentali lavorativi.  La consapevolezza mentale e la liberazione delle stasi di energie nel corpo integra la verità allo specchio, riesce a far risplendere i nostri migliori talenti trasformando il negativo in positivo e far fluire l’energia frizzante in tutto il corpo sentendo salute radiosa. La bioenergetica si svolge in sedute individuali per analizzare e integrare la verità del corpo e della mente, in classi di esercizi per liberarsi dallo stress quotidiano, migliorare la postura e l’armonia del corpo e della mente, in dinamica di gruppo per apprendere come confrontarsi con padronanza nella vita sociale.