lunedì 20 novembre 2017

BIOENERGETICA: Valido aiuto per superare la PAURA DI VIVERE



La paura di vivere iniziamo a sentirla sin dalla vita embrionale, sentendo le molteplici paure che provano tutti i futuri genitori: “Paura del parto, paura di non essere all’altezza psicofisicamente di crescere un figlio.” Ogni paura dei genitori viene trasmessa all’embrione costretto a sentire il timore di non riuscire a sopravvivere. La paura prosegue nell’atto della nascita: “la luce improvvisa, il distacco dal ventre materno, respirare, succhiare il latte, digerire, farsi vestire, dormire e tutto quello che avviene dopo la nascita”. Naturalmente le paure e le ansie genitoriali continuano incrociandosi con le comuni dinamiche di coppia, aspettative reciproche deluse, spesso proiettate sui figli. In sintesi tutti, più o meno siamo condizionati dalle molteplici paure. La quantità e qualità che ci sono state trasmesse dai genitori portano un neonato a crearsi delle difese di sopravvivenza. Una delle prime difese per sopravvivere è quella trattenere il respiro, “PIU’ TRATTENGO IL RESPIRO PIU’ NON SENTO LE EMOZIONI E NON SOFFRO”. La difesa certe volte riesce a far sopravvivere una vita piena di limiti e complessi, difficoltà relazionali, problemi di salute organica o psichica sin da bambini, o nella adolescenza o nella vita adulta. Sulla base di queste paure universali si innestano paure personali che si distinguono a secondo della personalità, dalla paura del reale tal volta si sfocia in uno stato di allarme, di fuga e di difesa che scattano di fronte a situazioni sconosciute o di rischio. La prima esperienza di paura può portare verso l’ansia della “PAURA DELLA PAURA, crisi di panico, ansia, agorafobia. Il respiro contratto quale difesa delle prime paure infantili, durante l’adolescenza o vita adulta, si contrae ancora di più, quando nella vita si ripetono alcune situazioni rimosse. La coazione a ripetere dell’esperienza di una prima paura rimossa, viene vissuta come minaccia della personale sicurezza fino a giungere alla paura della paura di rivivere le situazioni drammatiche. Si sentono sensazioni di allarme, ansia, angoscia, debolezza, brividi, senso di soffocamento, diarrea, perdita dei sensi, febbri, cefalea e altro. Le modificazioni corporee predispongono verso la fuga perché la situazione è sentita come perdita di certezze, di autostima, protezione e sicurezza. Questo può accadere nel cambiare casa, scuola, amici, lavoro, crolli finanziari, abitudini o addirittura un improvviso miglioramento economico. Come superare tutti i tipi di paura dalla più banale alla più devastante? La prima cosa è sentire il respiro profondo in modo spontaneo attraverso il movimento psicocorporeo bioenergetico, sentire le posture corporee che bloccano il respiro o che lo agevolano, divenire consapevoli delle prime paure rimosse, attraverso l’analisi dei sogni onirici. Liberare il corpo e la mente dalle prime paure infantili, le abitudini limitanti il piacere di vivere, significa RADICARSI NELLA MIGLIORE ESPRESSIONE DEI PROPRI TALENTI VIVENDO LA VITA RICCA DI ENERGIA FRIZZANTE.
Dalla paura all'espansione
Paura e respiro contratto